0001“Ma non era così che mi avevano detto il mare” è l’inizio di una delle canzoni più significative ed intense del repertorio di Gian Maria Testa che i ragazzi della Colibrì band dell’Istituto Balbo eseguiranno nello spettacolo del 7 giugno prossimo al Teatro Municipale di Casale Monferrato.

Ma è anche il titolo scelto per l’intero spettacolo: uno spettacolo di canzoni, suggestioni poetiche e immagini che vedrà sul palco del municipale, come gli scorsi anni, i bambini e i ragazzi delle scuole casalesi. Reciteranno, balleranno, suoneranno e canteranno infatti i ragazzi dell’indirizzo musicale della Scuola Media Trevigi, il coro delle scuole elementari Martiri della Libertà, il coro dei bambini delle scuole elementari IV Novembre e i ragazzi dell’Istituto Balbo che insieme formano la “Colibrì band”.

Con i racconti, le immagini e soprattutto le canzoni, i bambini e i ragazzi proporranno una riflessione poetica sul tema dei migranti, visto sia da chi, disperato si imbarca, sia da chi si fa carico di prestare loro soccorso.

Al centro del racconto musicale i lavori di Lidia Tilotta e Pietro Bartolo e la loro testimonianza contenuta in “Lacrime di sale” oltre a musica e testi di Gian Maria Testa. Proprio a questi tre grandi testimoni sarà dedicato un tributo speciale.

Anche quest’anno, come in passato, lo spettacolo nasce non solo dal bisogno di dare spazio alla creatività artistica dei nostri ragazzi, ma anche dalla esigenza sentita da tutti di contribuire con un gesto di solidarietà internazionale a prestare aiuto alle scuole “gemelle” in Africa.

Quest’anno il ricavato dello spettacolo servirà a costruire aule, orti e cisterne d’acqua presso la Kigani School a Meru Kenya, in collaborazione con i volontari della Meru Herbs di Cuneo. A sostegno di questo progetto anche quest’anno i ragazzi hanno ideato e disegnato una maglietta con il logo dello spettacolo.